Su venite, su venite di Jacurso…

Anche quest’anno si sono svolti i festeggiamenti per la festa della Madonna della Salvazione… sono stati due giorni intensi, ricchi di commozione e partecipazione! Nelle settimane precedenti la festa, Jacurso si è popolato di emigrati, rientrati da ogni parte del mondo… per celebrare la sua santa Madonnina. La grandiosa potenza che genera, ogni anno, questa potente devozione, riporta con se l’energia e l’allegria di riavere tutte le casette del centro storico aperte e ri-abitate. Una gioia che si sprigiona per le vie del paese, tanto forte da essere contagiosa, così da vedere arrivare dai paesi vicini e anche da tutta la Regione fedeli e devoti della Santa Vergine Maria. Una festa indimenticabile, è stata celebrata anche quest’anno, la nostra Madonnina scesa dall’altare, passata attraverso le vie del piccolo Borgo, e adesso rientrata nel suo posto nel Santuario. Ci accompagnerà un altro anno nell’attesa di ritornare tra noi e festeggiare nuovamente insieme…

Jacurso, 28/07/2019

Foto di Francesco Fruci

#jacursodavivereimparare

Un viaggio nelle 5 Provincie con #jacursodavivereimparare

_LA CALABRIA E LE BELLEZZE DELLE SUE CINQUE PROVINCE_

  1. COSENZA: Cosenza è identificata anche come Atene della Calabria per via del suo passato culturale; l’Accademia Cosentina, ad esempio, è la seconda del Regno di Napoli e una delle primissime accademie fondate in Europa. Ancora oggi resta una città in cui arte e cultura affondano bene le proprie radici, non a caso nel mese di ottobre del 2008 è stata riconosciuta come Città d’arte dalla Regione Calabria con una delibera volta ad evidenziare il patrimonio storico-artistico della città. Il Duomo di Cosenza dal 12 ottobre del 2011 è ufficialmente inserito nell’elenco dei beni patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, in quanto “patrimonio testimone di una cultura e di pace”.

Mare: sull’Ionio… Rocca Imperiale bagnata dalle acque del mare Jonio per 7 km di spiaggia alternata da scogli, ciottoli e fine sabbia dorata verso il confine Lucano la marina di Rocca Imperiale, distante appena 4 km dal centro storico, si pone come meta privilegiata per la balneazione, beneficiando di strutture balneari d’ogni tipo. Roseto Capospulico costituisce un centro turistico veramente suggestivo con castello a picco sul mare. Trebisacce nel 2015 si aggiudica la Bandiera Blu delle Spiagge, l’autorevole riconoscimento europeo assegnato dalla FEE. Cariati la bellezza del paesaggio circostante, la limpidezza del mare (Bandiera Blu 2009, 2010, 2011, 2012), la bontà dei prodotti tipici e la vicinanza con la Sila lo rendono un centro turistico apprezzato dalle migliaia di persone che ogni anno si riversano su questo scorcio di Ionio.

…e sul Tirreno, Praia a Mare le sue spiagge sono caratterizzate da sabbia scura finissima alternata a ciottolato. La bellissima isola di Dino, a sud del paese, di fronte Capo dell’Arena, è una meta da non perdere. L’imponente sperone di roccia è famoso per la presenza di suggestive grotte come la grotta Azzurra, del Leone, del Frontone, delle Sarde, del Monaco e delle Cascate. Diamante, nota perla del Tirreno, è soprannominata città del cedro, del peperoncino e dei murales. La sua spiaggia dalle variegate combinazioni di sabbia e di colore, nonché il mare cristallino ed i fondali sempre diversi ne fanno una delle mete turistiche privilegiate della Calabria. Inoltre, possiede una delle due uniche isole della Calabria, l’isola di Cirella, un piccolo isolotto dalla forma suggestiva e dalla flora selvaggia con splendidi fondali. Fiumefreddo Bruzio, luogo turistico di grande pregio inserito dal novembre 2005 nel prestigioso club dei Borghi più belli d’Italia, rappresenta una delle meraviglie storiche paesaggistiche e culturali della provincia cosentina. È inoltre una rinomata località balneare con le sue meravigliose spiagge.  Amantea è una città turistica ed uno dei centri commercialmente e socialmente più animati del Tirreno cosentino, sede di numerose istituzioni culturali che ne fanno anche un centro-perno dell’intera area circostante.

Monti: Tra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti che si disegnano sulle acque del Tirreno e dello Jonio, lungo il massiccio montuoso calabro-lucano del Pollino e dell’Orsomarso, la Natura e l’Uomo intrecciano millenari rapporti che il Parco Nazionale del Pollino, istituito nel 1993, conserva e tutela sotto il suo emblema, il pino loricato. Il Parco Nazionale della Sila è composto da un altopiano dell’Italia meridionale, situato nella zona centro-settentrionale della regione , che si estende per 150.000 ettari attraverso le province di Cosenza, Crotone e Catanzaro. Si divide (da nord a sud) in Sila Greca, Sila Grande e Sila Piccola.

Città/Paesi: Mormanno risulta essere una salubre e frequentata località di montagna, da cui sono facilmente raggiungibili il monte Velatro (1107m), il monte Cerviero (1441m) ed il monte Palanuda (1631m) oltre alle cime più alte del Pollino e del Pellegrino. Cassano all’Ionio si trova Il Parco archeologico di Sibari, si tratta del sito di una delle più ricche e importanti città greche della Magna Grecia. I reperti degli scavi sono conservati nel Museo archeologico nazionale della Sibaritide.
Gli insediamenti protostorici sono testimoniati da alcuni siti della zona, come Castiglione di Paludi, dove esistono i resti di una necropoli dell’Età del Ferro, databile al IX-VIII secolo a.C.
Altomonte fa parte del club de “I borghi più belli d’Italia”. Giace sopra un promontorio a circa 455 metri sul livello del mare. Il suo territorio fertilissimo è parte in pianura, bagnato dai fiumi Esaro, Grondi e Fiumicello e parte in collina da cui si gode aria stupenda e un vasto panorama.

Scopri dove ti porta #jacursodavivereimparare

ENOGASTRONOMIA:
-Visita Guidata delle Cantine Statti con degustazione di vino, olio, formaggi e salumi.
-Visita Guidata del museo e alla produzione della Liquirizia a Rossano.
-Degustazione del rinomato e delizioso gelato di Jacurso.
-Assaporare antichi sapori negli agriturismi e nei ristoranti tipici di Jacurso, Maida, Curinga.
– Aperitivi e assaggini presso le aziende agricole di Jacurso, San Pietro a Maida, Acconia.

ARTIGIANATO LOCALE… LE ARTI E I MESTIERI:
-Visita degli allevamenti dei bachi da Seta e della lavorazione del bozzolo per produrre pregiati filati di seta a Cortale.
-Visita del laboratorio di terracotta “Figulus” a Lamezia Terme.
-Visita degli antichi telai ancora usati per realizzare coperte e tappeti a Serrastretta.

ATTRAZIONI:
-Kitesurf, Windsurf e Vela a 15 km presso le Spiagge di Gizzeria Lido.
-Rafting, Canyoning e Torrentismo sul fiume Lao a 150 km nel Comune di Scalea.
-Parco Avventura a Zagarise a 60 km
Loc.tà Tirivolo (Cz).
– Tiro con l’arco corsi effettuati dalla Scuola degli Arcieri del Feudo di Maida, campo da tennis e da calcio a 5 km.
– Centro commerciale Dei Due Mari con Bowling, Cinema, Bar e Ristoranti e tanti negozi per lo shopping a 10 km.

SAGRE E FESTE:
-Aprile: festa popolare della Cicerata a Maida in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono.
-Maggio: sagra della fragola ad Acconia e Cantine aperte Azienda Statti Lamezia Terme.
-Agosto: Sagra della ‘Nduja a Spilinga; Vicoli e Gusti a Curinga; Sagra del tonno a Pizzo; Festa del fungo a Platania; Sagra del tartufo a Pizzo; Sagra della Cipolla a Ricadi; Cortale Jazz & Vento; Caulonia Tarantella festival.
-Settembre: Notte piccante a Catanzaro e Festival del peperoncino a Diamante.
-Ottobre: La bettola a Curinga.
-Dicembre: Presepe Vivente a Lamezia Terme.

ESCURSIONI NATURALISTICHE:
-Terme di acqua Sulfurea a Caronte 15 km.

-Lago dell’Angitola Oasi del WWF 20 km.

-Valli Cupe di Sersale: cascate e gran canyon 60 km.

-Monte Contessa 810 m slm a Jcaurso.

-Fiume Pilla di acque cristalline a Jacurso.

ESCURSIONI ARCHEOLOGICHE:
-Parco Scolacium a Roccelletta di Borgia 30 km.

-Museo Archeologico di Lamezia Terme.

-Museo Archeologico di Vibo Valentia.

-Antiche terme romane di Acconia 20 km.

ESCURSIONI NEI CENTRI STORICI:
-Antico borgo medievale Maida 3km.

-Lamezia Terme e il Castello Normanno15 km.

– Filadenfia ed il tradizionale mulino ad acqua 20 km.

LE SPIAGGE:

-Soverato, Copanello, Caminia, Pietragrande 38 km.

-Pizzo Calabro, Pineta Mare, Colamaio 33 km.

-Tropea, Zambrone, Capo Vaticano 63 km.

-Crotone, Cirò Marina, Isola di Capo Rizzuto 81 km.

-Amantea, Diamante, Praia a Mare 140 km.

-Reggio Calabria, Scilla, Melito Porto Salvo 121 km.

 

La montagna dirimpetto al mare, la macchia mediterranea incorniciata da distese infinite di alberi d’ulivo

Quali sono gli elementi d’identità di Jacurso

Una piccola comunità composta da 600 abitanti, i residenti, per non parlare dei migranti che da lontano tengono stretto il legame con il paese. La forte identità di Jacurso e della sua gente è basata sull’elemento chiave quello di condurre una vita tradizionale. Fatta di cose semplici, tutte rigorosamente fatte in casa. Uno stile di vita che garantisce l’auto sussistenza.

Come ci si arriva?

In macchina è il modo più comodo, ma la bicicletta, l’autostop o i mezzi pubblici sono consigliati perché rispecchiano il nostro ideale di turismo responsabile.

Cosa cerca il viaggiatore che viene a Jacurso?

La tranquillità che si gode nel piccolo borgo lontano dal tram tram quotidiano delle città. Un contatto diretto con il tempo che scorre lento e così si ha l’impressione di vivere più intensamente.

Jacurso percepito come:

un luogo poco conosciuto (da trovare, da scoprire o riscoprire) in una dimensione legata al passato (tradizioni) ma con uno sguardo al futuro.

con un elemento di attrazione: la sua gente caratterizzata dalla semplicità che contraddistingue l’essenza calabrese.

e immerso in una natura tipica della zona (la montagna dirimpetto al mare, la macchia mediterranea incorniciata da distese infinite di alberi d’ulivo).

Insieme a queste caratteristiche fisiche Jacurso deve “mostrare” una serie di “doti” relazionali/emozionali.

Jacurso deve quindi voler dire:

– autenticità (artigianato locale, costumi, comunità, know-how)

– genuinità (patrimonio enogastronomico autoctono, cibo tradizionale, sapori veri da ri-scoprire e know -how)

– tradizioni (il folklore e le feste religiose e contadine).

– relazioni/scambio (interazioni e relazioni dirette tra le persone e i turisti)

Tutto quello insomma che si può riassumere nelle capacità relazionali autentiche della comunità che vive a Jacurso e nei tempi di vita più lenti e meno frenetici.

Quali sono le principali motivazioni che spingono un turista a visitare Jacurso?  

1) scoperta di posti nuovi o poco conosciuti
2) tranquillità e serenità dei luoghi
3) genuinità del cibo
4) convivialità e socievolezza degli abitanti del posto
5) appagamento dei sensi.

6) Un evento (le feste religiose e le attività della vita contadina: la vendemmia, la campagna olearia, uccisione del maiale, ecc.)

7) Altro (un week end di primavera al sole).

#jacursodavivereimparare

Tutte le esperienze di #jacursodavivereimparare

  1. Tour nel Centro Storico… 10 € a persona

  2. Trekking nella Natura più bagno al Fiume… 10 € a persona

  3. Giornata al Mare… 20 € a persona

  4. Visita Guidata Aziende Agricole più Degustazione… 10 € a persona

  5. Raccolta Frutta e Preparazione Marmellata… 10 € a persona

  6. Festa Popolare di Paese… Gratis

  7. Lezione d’italiano e Conversazione… 15 € a persona

  8. Cavalcata al Maneggio o in spiaggia… 30 € a persona

  9. Passeggiata Archeologica… 15 € a persona

  10. Visita alla Vigna con Degustazione di vini+salumi e formaggi… 20 € a persona

  11. Dimostrazione della preparazione del Gelato Artigianale con Degustazione… 10 € a persona

  12. Esibizione dell’antica Tecnica di Tessitura… Gratis

  13. Festival Musicali… Gratis

  14. Concerti… Gratis

  15. Dal Baco alla Seta, visita e acquisto souvenir… 10 € a persona

  16. Dalle Api al Miele, visita e degustazione… 10 € a persona

  17. L’antica lavorazione dell’Olio, visita frantoio e degustazione… 10 € a persona

  18. Lezione di Yoga e Meditazione… 10 € a persona

  19. Laboratori di cucina calabrese… 5 € a persona

  20. Sagre e fiere… Gratis

  21. Visita alle Terme di Caronte con Bagno in piscina Naturale all’aperto… 10 € a persona

  22. Laboratorio di Telaio… 10 € a persona

  23. In viaggio con l’antropologo… 10 € a persona

Un soggiorno di 5 notti a #jacursodavivereimparare

Tour di Jacurso e dintorni

  1. Giorno: arrivo a Jacurso e sistemazione nella casa. Ore 18:00 visita del centro storico, dimostrazione della preparazione del gelato artigianale e degustazione. Ore 20:00 cena presso l’Augustu’s pub a base di antipasti con prodotti locali, vini calabresi e pizza lievitata con la pasta madre.

  1. Giorno: ore 10:00 partenza da Jacurso con macchina privata in direzione Copanello rinomata località marina sullo Ionio. Visita alle Pozze di Cassiodoro, pranzo presso Il Terrazzino dove gustare i piatti tipici calabresi, sosta alla spiaggia di Caminia. Ore 15:00 si riparte verso il Borgo di Squillace, visita al castello e all’antico laboratorio di ceramica. Ore 17:00 arrivo a San Floro incontro con la cooperativa Nido di seta che ci illustrerà la storica lavorazione della seta. Ore 19:30 rientro a Jacurso.

  1. Giorno: ore 10:00 partenza per Tropea sosta nella spiaggetta, pranzo a base di pesce fresco presso il ristorante di Zio Anto’. Passeggiata nel suo centro storico con possibilità di acquisto souvenir. Ore 17:00 arrivo a Pizzo giro panoramico del castello con degustazione del famoso tartufo godendo del tramonto sul Tirreno. Ore 20:00 rientro a Jacurso.

  1. Giorno: ore 10:00 partenza verso Cirò per visitare i vigneti e le cantine Librandi, giro nel centro storico. Ore 13:30 sosta nella spiaggia di Punt’Alice e picnic nella pineta. Ore 15:00 si riparte per raggiungere le Castella e di passaggio un salto al tempio di Capo Colonna. Ore 19:00 rientro a Jacurso.

  1. Giorno: ore 10:00 partenza per Fiumefreddo Bruzio, arrivo e passeggiata nel villaggio Serenella con la risalita della scala che collega lo storico Borgo. Arrivo in cima e pranzo a base di prodotti biologici presso l’enolibrobirreria Il ConVivio, tour del paesino con le storie raccontate da una guida del posto. Ore 19:00 rientro a Jacurso.

Papasidero-CS- Grotta del Romito

Ripenso a quelle mani che, con fermezza, decisione e speranza, hanno tracciato precisi segni sulla dura roccia. Le mani come proiezione immediata dell’anima. Puntine di grammofono per una musica cosmica..

Cit. Francesco Cuteri

#jacursodavivereimparare

Una bellissima gita a Zungri con #jacursodavivereimparare

#jacursodavivereimparare un caso di studio

La tesi di laurea in Economia Aziendale, dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, della studentessa Roberta Saraceno, avente il titolo “La valorizzazione dei Beni paesaggistici e culturali per lo sviluppo territoriale: il caso Borgo di Cortale“.  Ha dedicato un paragrafo al nostro progetto di Turismo Sostenibile #jacursodavivereimparare, facendolo diventare un caso di studio per supportare e sostenere l’idea avanzata nella tesi. Ringraziamo dunque Roberta per aver proposto il nostro modello come un possibile esempio da esportare, per valorizzare i piccoli borghi calabresi.

Corso di Musica per Bambini

Con il chitarrista Daniele Fabio impariamo a suonare giocando con la musica… le lezioni si terranno tutti i giovedì, dalle 18:00 alle 19:00, presso l’oratorio della Parrocchia San Giovanni Battista a Sant’Eufemia (Lamezia Terme), in via delle Nazioni 121. Il corso di musica è rivolto ai bimbi da 3-6 anni, il costo a lezione è di 5€, o al mese 40€ a bambino. Per info e contatti 3492634353, discoverjacursogmail.com. La prossima lezione si terrà giovedì 8 novembre. I bambini possono venire a provare senza impegno… venire un ad una sola lezione, oppure tutto il mese.

Vi aspettiamo… #jacursodavivereimparare