Da Jacurso un esempio di Turismo Sostenibile, per scoprire la Calabria in modo autentico

Una terra selvaggia, che si sporge tra due mari: la Calabria racchiude in sé mondi diversi, dalle acque cristalline del Tirreno e dello Ionio alle ampie aree montuose che raggiungono i 2000 metri.

La punta dello stivale italiano è una terra di una bellezza inaspettata, rara e pura. Le foreste incontaminate, le spiagge dorate, le dolci colline, una storia millenaria, il mare turchese e una flora e una fauna decisamente variegate rendono la Calabria una meta perfetta per viaggi di esplorazione, alla scoperta di luoghi unici,tradizioni folkloristiche, e di una gastronomia tipica estremamente ricca. Grazie a questa natura così preziosa e a numerose realtà virtuose, la Calabria sta diventando una delle perle italiane del turismo responsabile.

Un risultato raggiunto soprattutto per la presenza di una struttura ricettiva davvero speciale, Jacurso da Vivere e Imparare, che sta offrendo ai turisti di tutto il mondo un nuovo modo di viaggiare, basato sulla conservazione e condivisionedegli stili di vita tradizionali, sull’esperienza profonda della vita della comunità.

Siamo a Jacurso, un piccolo paese di 600 abitanti, situato a 441m sul livello del mare, esattamente al centro del punto più stretto della Calabria, e che offre unavisuale panoramica unica, la contemporanea vista delle coste del mar Ionio e del mar Tirreno. Qui l’intera comunità partecipa all’offerta turistica, organizzandoattività ed esperienze per i viaggiatori come escursioni guidate, corsi di italiano e di cucina che permettono un incontro autentico tra il turista e chi ospita. Soggiornando a Jacurso da Vivere e Imparare i viaggiatori hanno la possibilità di imparare nella pratica cos’è la Calabria, qual è la sua storia, quali sono le sue tradizioni e chi sono i suoi abitanti.

Grazie alla sua unicità Jacurso da vivere e imparare è stata inserita nell’ultimo report dell’Organizzazione mondiale del turismo che da anni promuove lo sviluppo di un turismo responsabile e sostenibile. Il report, che puoi leggere qui in inglese, studia l’immenso potenziale del turismo nei cambiamenti sociali e culturali e nell’ispirazione di comportamenti più sostenibili.
Nel testo si dimostra, attraverso ricerche e casi di studio, come si sta delineando un nuovo tipo di viaggiatore, cosciente e consapevole dell’importanza delle proprie scelte, che sceglie quelle nuove ospitalità responsabili come Jacurso da vivere e Imparare.
Sulla struttura, tra i tre progetti italiani a essere scelti e premiati, l’Organizzazione mondiale del turismo scrive:
Le principali lezioni apprese sono che il progetto ha finora fornito modi per rilanciare l’identità culturale del paese e riattivare le tradizioni locali. Questa si è dimostrata essere una forma di turismo responsabile che rende possibile la salvaguardia delle culture locali, messe a rischio dall’emigrazione e dal disinteresse delle istituzioni.
Abbiamo parlato con Rosamaria della Calabria, di Jacurso e di questo incredibile risultato raggiunto.
23 casi studio in tutto il mondo e Jacurso è uno tra questi: come avete raggiunto questo risultato?
Il progetto si fonda su dei principi molto solidi, quali: la sostenibilità, l’affermazione dell’identità, e la salvaguardia del patrimonio intangibile. Punti questi di alto interesseinternazionale.
Una destinazione o itinerario di viaggio da non perdere in Calabria?
Certamente Jacurso, non per la Calabria, non per il posto ma soprattutto per la gente che si può incontrare e per le cose che si possono vivere e imparare!

Da Jacurso si va anche alle Terme Caronte!

Vieni in vacanza a Jacurso e da qui ti portiamo alle Terme Caronte…

Dicono loro: gli elementi delle Terme Caronte ci hanno reso famosi. Per generazioni i nostri clienti hanno goduto i benefici terapeutici dell’ acqua solfurea calda, dei vapori e dei trattamenti di fango, unici da noi. Siamo pronti ad accogliervi qui, nel caldo sud di Italia, tra le verdi colline calabresi e la bella baia di S. Eufemia. Salta dentro, l’acqua è calda!

 

A Jacurso per la fine della scuola…

L’idea del campo scuola nasce come proposta ed alternativa ai processi di isolamento e dipendenza informatica a cui sono sottoposti i nostri bambini con l’obiettivo di fare sperimentare dei veri e propri laboratori all’aria aperta in cui i ragazzi possono giocare, conoscere, osservare la natura e gli animali interagendo e toccando con mano il patrimonio naturale, culturale e rurale della Calabria e delle sue terre.  Si svolgerà con le seguenti modalità innovative, basate sulla riscoperta del gusto e sull’utilizzo di tutti i sensi (olfatto, vista, gusto, udito, tatto), attraverso attività di laboratorio coinvolgendo una fascia di età scolastica che va dai 7 ai 10 anni. Le tematiche affrontate riguardano la scoperta degli alimenti attraverso la conoscenza sensoriale, l’assaggio dei prodotti tipici locali, riconoscendo al cibo il suo grande valore affettivo e culturale.

 I laboratori e le attività didattiche sono elaborati e programmati  da personale esperto di educazione e relazioni per l’infanzia attraverso l’utilizzo consapevole dei sensi. Il campo scuola prevede 3/4 giorni intensivi di attività ludiche/didattiche, percorso natura all’interno dell’azienda, attività di preparazione dei pasti in un processo che va dalla raccolta alla preparazione al prodotto finito, finalizzato alla scoperta di sapori e scoperte culturali basato su un approccio  olistico al cibo in un clima di convivialità. L’ultimo giorno, nel pomeriggio, è prevista la partecipazione dei genitori che prenderanno parte ad un laboratorio sulla conoscenza e relazionalità con i propri figli (Laboratorio“ Essere genitori: che tipo di interventi educativi devo utilizzare per mio figlio? ”), mentre i bambini nel frattempo si occuperanno di preparare la cena da consumare tutti insieme, quale momento conclusivo dell’esperienza.

La quota di partecipazione al campo scuola è di 100 € e prevede pernottamento nelle case del centro storico (servizio lenzuola e biancheria), colazione-pranzo e cena, educatori e accompagnatori qualificati, i laboratori e le attività didattiche.

Il periodo sarà dal 2 al 5 giugno, oppure dal 9 al 12 giugno.

Jacurso dal 21 maggio anche in libreria

Il Giro d’Italia passa da noi…

Se prenoti la tua notte (lunedì 9 maggio) a Jacurso il giorno dopo (martedì 10 maggio) ti accompagnamo a vedere il Giro d’Italia… nella sua 4° tappa Catanzaro_Praia a mare: il giro passa da noi!!!

 

EreticoTour: la sfida degli eretici alla crisi

Scritto da anna on 8 aprile 2016 – 08:03

Mattinata grigia. Mi fermo per prendere un caffè. Nel bar un signore tuona contro la Fornero: pensava di andare in pensione e invece gli tocca lavorare ancora due anni. Un altro gli risponde che lui la pensione non se la può permettere: ha due figli laureati, nessuno dei due lavora,  un contrattino ogni tanto, la chiamata di un amico ma niente di più. Mi metto in macchina, arrivo all’Eretico Tour. Altra atmosfera. Volti distesi, sorridenti, i padroni di casa danno il benvenuto a chi arriva con un abbraccio. Continua a leggere

Intervista per Destinazione Umana

JACURSO DA VIVERE E IMPARARE

ALBERGO DIFFUSO

ROSAMARIA LIMARDI

Ha vissuto a Bologna, in Spagna e in diversi Paesi dell’America Latina, poi è tornata a Jacurso, in Calabria, per  conservare il suo ricco patrimonio di tradizioni e tramandarne il valore. Rosamaria, antropologa, nel 2013 ha coinvolto tutta la comunità dando vita ad un progetto di turismo sostenibile, l’albergo diffuso: sette tipologie abitative di diversi proprietari, disseminate in tutto il paese, per accogliere turisti da ogni parte del mondo e fargli conoscere tradizioni, memorie, tecniche artigianali. Qui si può vivere a contatto con la comunità locale, come in una grande famiglia, partecipare alle loro attività, dalla vendemmia alla raccolta delle olive. Perché Jacurso non è solo da vivere, ma anche da imparare. Continua a leggere

Jacurso da vivere e imparare